Il progetto in sintesi

Sviluppare ed implementare un programma olistico di protezione e di promozione dei diritti dei minori on the move, accolti nei diversi centri di accoglienza collettivi predisposti in Svizzera, a livello federale e cantonale.

Il progetto in dettaglio

Aumentare il benessere dei minori, migranti e rifugiati, permettere loro di iniziare un percorso di resilienza post-traumatico, e promuovere il loro sviluppo emozionale, cognitivo, motorio, e la loro inclusione sociale.

  • 4 operatori fissi (più 10-20 operatori aggiuntivi) per anno di 3/4 Asylum Shelters, federali e cantonali, che parteciperanno alla formazione e beneficeranno dell’assistenza tecnica per l’allestimento e la gestione dei Child Friendly Spaces (CFS);
  • 2-5 operatori fissi per anno di 6/10 Asylum Shelters, federali e cantonali, che parteciperanno alla formazione sull’utilizzo e l’implementazione della Creative Tool Kit and Activity Box;
  • Circa 300 bambini, rifugiati e richiedenti asilo per anno, accolti negli Asylum Shelters federali, e circa 30 bambini, rifugiati e richiedenti asilo per anno, accolti negli Asylum Shelters cantonali.

Nel 2020-2022, Save the Children Schweiz, anche con il sostegno di Alta Mane, prevede di sviluppare le seguenti principali attività:

  • Formare gli Shelter Operators alla gestione autonoma dei CFS, allo sviluppo e all’implementazione di attività pedagogiche, basate sull’arte, adattate ai bisogni dei minori nei centri di accoglienza grazie all’impiego della Creative Tool Kit and Activity Box; e delle focal persons per la supervisione dei CFS e a garanzia della corretta osservanza degli standard qualitativi in materia di assistenza e protezione dell’infanzia;
  • Replicare e disseminare la Creative Tool Kit and Activity Box e renderla accessibile ad ogni Asylum Shelter, federale e cantonale, e ad altre organizzazioni che operano nel settore della protezione dell’infanzia;
  • Consolidare le attività di advocacy, lo sviluppo di networks e l’elaborazione di best practices in materia di protezione dell’infanzia e dei diritti dei minori on the move.

Nel 2020, ha organizzato un training per l’allestimento e la gestione di 2 CFS in 2 Asylum Shelters (1 federale a Boudry, 1 cantonale a Friburgo) raggiungendo 2 Shelter Directors e 11 Staff Members, e un training per l’implementazione e l’utilizzo della Creative Tool Kit and Activity Box presso 5 Asylum Shelters (3 cantonali nel cantone di Zurigo, e 2 federali in Ticino) raggiungendo 2 Shelter Directors e 18 Staff Members, e 16 operatori dell’organizzazione zurighese AOZ. In parallelo, ha finalizzato il Rapporto delle ONG per il Comitato dei Diritti del Fanciullo delle Nazioni Unite in collaborazione con il Réseau Suisse des Droits de l’Enfant ed elaborato il Child and Youth Participatory Report, raccogliendo le testimonianze di 67 bambini e giovani (5-18 anni) e 2 giovani adulti (19-20 anni) accolti presso 7 Asylum Shelters in 4 cantoni della Svizzera tedesca. Entrambi i rapporti verranno presentati al Comitato dei Diritti del Fanciullo delle Nazioni Unite nel mese di maggio 2021. Durante il lockdown per COVID-19 (primavera e autunno 2020), per non interrompere l’accompagnamento psicosociale dei bambini, migranti e rifugiati, durante l’emergenza sanitaria, ha elaborato 7 Kit di apprendimento e di giochi (Emergency Learn and Play Kits) distribuiti in 90 strutture di accoglienza, tra cui 50 centri per migranti e richiedenti asilo, in 18 cantoni, raggiungendo così più di 1’400 bambini (3-17 anni), e un Emergency Quarantine Box, raggiungendo circa 1’000 bambini (3-17 anni), accolti in 31 Shelters in 11 Cantoni della Svizzera romanda e tedesca, e del Ticino.