Il progetto in sintesi

Sessioni di arte-terapia destinate a minori, migranti e rifugiati, accolti presso i Reception Centers a Málaga (Spagna).

Il progetto in dettaglio

Nel 2017, il progetto sostenuto da Alta Mane ha trasmesso la metodologia HEART a 36 insegnanti e direttori scolastici di 12 scuole di 3 comuni nel sud-ovest di Haiti per offrire sostegno psicosociale a 2’307 bambini colpiti dall’uragano Matthew attraverso attività artistiche. I trainer internazionali certificati hanno formato altresì gli operatori di una ONG haitiana, PRODEV, e due ispettori del Ministero della Pubblica Istruzione per sostenere e supervisionare l’implementazione del metodo HEART anche dopo la fine del progetto.

Beneficiari diretti

  • 61 partecipanti al corso di formazione HEART di cui:

– 36 insegnanti e direttori d’istituti scolastici;

– 5 operatori di PRODEV;

-2 funzionari del Ministero della Pubblica Istruzione;

-18 membri dello staff locale di Save the Children.

  • 2’307 bambini tra i 10 e gli 13 anni.

 Risorse umane

  • 2 trainer internazionali di Save the Children per il metodo HEART.

 Strutture d’accoglienza

  • 12 scuole – 4 a Torbeck, 2 a Camp Perrin, 6 a Beaumont – già beneficiarie del progetto Parc Macaya Quality Education Initiative (PMQEI).

La metodologia HEART (Healing and Education Through the Arts) offre sostegno psicosociale ai bambini che si trovano in situazioni di stress acuto o cronico. L’arte aiuta i bambini a elaborare e comunicare i propri ricordi e le proprie emozioni ad un adulto fidato, attivando così il processo di guarigione.

Save the Children Svizzera ha introdotto la metodologia HEART in 12 scuole ad Haiti, offrendo un corso introduttivo di 4 giorni e una sessione di potenziamento con il sostegno di Alta Mane. Ciascuno dei 61 iscritti ha ricevuto un manuale d’implementazione del programma HEART tradotto in francese e creolo. Da marzo a giugno 2017, gli insegnanti formati hanno integrato la metodologia HEART in classe, proponendo attività artistiche (disegno, pittura, scultura e canto) a 2’307 bambini tra i 10 e i 13 anni. Per verificare la corretta implementazione della metodologia HEART in classe, Save the Children Svizzera ha organizzato 48 visite di monitoraggio, 18 focus groups e 4 sessioni di sensibilizzazione rivolte ai genitori. Buona parte degli insegnanti formati ha utilizzato la metodologia HEART in classe ogni giorno, contribuendo al miglioramento del benessere psicosociale dei bambini. Sulla base dei risultati positivi ottenuti, il Ministero della Pubblica Istruzione ha raccomandato la continuazione del programma HEART nelle scuole già coinvolte nel progetto e la sua estensione ad altri istituti scolastici.